Il colloquio di Eva

Moltiplicherò i tuoi dolori e le tue gravidanze, con dolore partorirai figli. Ah, e verso tuo marito sarà il tuo istinto, ma egli ti dominerà.

Così poco?

Mh…

Signore, mio Dio, Padre dei padri, Madre dei padri, Nonno di tutti, Figlio di nessuno, io lo so che tu lo sai quanto abbiamo patito nel tacere la verità che non volevi sapere, ma prima o poi tutti crescono e tu, bello mio, volente o nolente, in questa valle di lacrime non puoi esimerti dal soffrire. Sei stato tu che hai fatto tutto. Sei stato tu col libero arbitrio di cui mi hai dotato a farmi scegliere per la mia sopravvivenza la direzione che ritenessi più giusta. Tu e nessun altro può biasimare meglio di te ciò che ancora gli altri non vedono, perché siamo soli. Io e Adamo, il tuo figlio prediletto, siamo fottutamente soli e affamati. Una mela, il tuo frutto, il seme della vita, non può aver generato tutto ‘sto scompiglio. E sai perché?

Perché, diavolo fatto donna?

Perché è creato da te, quel frutto. Hai scelto che fosse qui, che vivesse accanto a noi; e se è diventato succulento e prediletto è anche grazie alla mia urina quotidiana, alle mie feci che di lui hanno fortificato i succhi e le polpe.

Mignot…

Signore Iddio, Re del Paradiso terrestre e della mela, Creatore di tutto ciò che vedo, anche di quello stronzo abietto che mi siede accanto, non credi che un po’ di umiltà alle volte, e in certe circostanze, sia funzionale a questo ciclo di vita?

Dimentichi che sono eterno, femmina.

No, lo sottolineo. Come sottolineo la nostra mortalità, la punizione che ci dai per aver dato un morso ad una mela, quando si può morire di fame. Nessuno mai mi disse che sarei vissuta in eterno. Come potevo immaginare l’Eden, Signore, se non conoscevo il resto? Tu hai fatto in modo che il mondo per me fosse solo questo, in qualsiasi modo tu l’abbia già chiamato. Tu sapevi già, perché lo hai scelto, il suo nome. Io no. Non credi? Signore? Signore, ci sei?

Il Signore è ovunque. Vede e sente qualsiasi cosa. Anche le tue infime giustificazioni.

E cos’è quel frastuono che ode il mio orecchio?

Un po’ di atmosfera…

Signore, Padrone assoluto, unico e indivisibile…

Su questo avrei delle resistenza, donna. Io sarò trino.

E quando?

Quando voi e vostri figli tornerete cenere. Ché dalla cenere si va, dalla cenere si torna.

Quali figli, Signore?

Gli unici due che avranno un giorno il diritto di chiamarti come vorrei chiamarti io. Ma non posso, cazzo bue.

Sarò madre di due pargoli, Signore? E se non lui, chi sarà il padre? Chi li accudirà?

Sarà lui, il tuo compagno. L’uomo che ti siede accanto e che ho chiamato Adamo.

Chi?

Lo stronzo abietto di sopra…

No, signore, No! Pietà, Iddio Onnipotentemente Padre! Non merito anche questo. Non bastava solo farmi fare figure di merda nei parcheggi a L? Non bastavano le epilazioni? Le penetrazioni? Te ne prego, Signore, risparmia quest’anima. Uccidimi!

Che esagerazione, Eva! Porco cazzo, credevo di aver fatto un bel figo! Guardalo di profilo, Adamo, Adamo! Alzati, cazzo, e cammina. Fai vedere quanto sei bello. Vedi, Eva? Elegante, sinuoso e nobile. Ecco chi è Adamo.

Non mi piace.

Adesso mi hai rotto proprio i co… allora facciamo così, tu ci fai due figli e io ti prometto che rivedrò il punto quattro del mio comandamento.

Cioè?

E cioè che in alcune circostanze particolari potrai dominare tu il tuo uomo.

Non è il mio uomo.

Sì, lo è.

Preferisco farlo con quel cavallo, piuttosto.

Fallo con chi ti pare, ma fallo anche con lui.

Non sembra questo il modo più adatto per convincere un cristiano alla tua fede, Signore.

Mh… Hai ragione. Facciamo così, nessuna minaccia, nessuna costrizione. A patto che..

Sì?

A patto che stasera, se non hai impegni pregressi, io e te, un giretto, niente di che, qualcosa di romantico, se vuoi.

Signore Iddio, Padre di questo Mondo e di quello, Fermo immagine della mia fede e della mia gratitudine eterna, Simpaticone di quelli che non ne faranno più, grazie per avermi salvato dalle grinfie di questo uomo, ma sono solita rifiutare gli inviti da parte di uno che conosco così bene, e che stando alle ultime stime la di sua età potrebbe essere diecimila la mia.

Nessuno rifiuta Dio, Baby.

A parte animali, incluso Adamo, e qualche pennuto dei tuoi amici, non vedo donne nei dintorni che potrebbero farlo, Signore.

Gioia, alla tua età era uno di quelli che passando trascinavano con sé fischi di approvazione e urla scalpitanti. Donne in delirio ma soprattutto in calore, non so se mi intendi.

No, non intendo.

Piacevo come i Beatles. Ma in Uno.

Che fine hanno fatto quelle donne?

Credi che non abbia avuto in passato il potere che hai potuto constatare oggi coi tuoi occhi? Erano diventate gelose e impertinenti e i loro uomini invidiosi. Non potevo non ammazzarli tutti.

Se ho capito bene eri uno che piaceva e che poi ha ammazzato gli individui per evitare ripercussioni personali.

Il Dio non può temere l’ira dell’uomo. Può solo lasciare che essa scorra come un fiume nella Sua immensa indifferenza. Chiaro? Quindi, bambola, che si fa? Ti vengo a prendere alle otto?

Ok, dammi solo il tempo di sistemare il bruto e me stessa. Non vorrai vedermi sciatta così come mi vedi ora?

Hai ragione… Gabriele! Lava e profuma le carni superficiali di questa donna, vestila con del rosso, Dior possibilmente, ricoprila di oro e diamanti, e se c’è spazio, e se le cose andranno come la mia indefessa volontà richiede, falla sedere al tavolo del Consiglio dei… il Consiglio di qualcosa… vedi tu…

 E Gabriele, l’angelo del Signore, il secondo, ché il primo, il prediletto, è negli Inferi, bisbigliando al suo orecchio divino:

Ma, Signore, non è possibile. La femmina non ha preparazione per quello o altri impieghi.

Chiedimelo dopo il suo colloquio.

Informazioni su Elisa Mauro

Scrivo, dunque vivo

Pubblicato il luglio 18, 2012, in cultura, Internazionale, nazionale con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: